Ai bresciani piace la scuola che insegna… il lavoro

A livello nazionale i giovani preferiscono i licei, ma nella provincia di Brescia aumentano le iscrizioni nelle scuole professionali e negli istituti tecnologici

0
Una classe durante la lezione scolastica, foto generica

Meno iscritti, ma più studenti negli istituti tecnici e nelle scuole professionali.

Se a livello nazionale i giovani, in particolare le ragazze, preferiscono i licei (scientifico in primis), nella provincia di Brescia aumentano le iscrizioni nelle scuole professionali e negli istituti tecnologici, in quegli ambienti formativi che guardano al futuro, che prospettano un posto di lavoro già al termine del percorso di studi.

In città molte scuole saranno costrette a rifiutare le iscrizioni in alcuni dei loro corsi, altre hanno già escluso gli studenti provenienti da diverse aree della provincia. É il sintomo, spiegano i presidi, del fatto che le famiglie abbiano compreso come la formazione tecnica e professionale abbia oggi raggiunto elevati standard qualitativi, tanto da poter offrire, qualora lo si volesse, l’accesso all’università.

A preoccupare un poco invece è la diminuzione generale degli iscritti, in tutti i gradi scolastici e in tutta la regione Lombardia, seppur in maggior evidenza alle scuole primarie e secondarie di primo grado (elementari e medie).

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome