Oscar del Basket, premiati Graziella Bragaglio e Luca Vitali

I due hanno vinto il premio in relazione alla stagione 2016/17 rispettivamente nelle categorie 'Premio al contributo al basket' e 'Miglior giocatore italiano'

1
Graziella Bragaglio e Luca Vitali dopo aver ricevuto il premio - foto da ufficio stampa
Graziella Bragaglio e Luca Vitali dopo aver ricevuto il premio - foto da ufficio stampa

C’è tanto Basket Brescia Leonessa nella XXXII edizione del Premio Reverberi – Oscar del Basket, che si è svolta ieri pomeriggio presso i locali della scuola elementare di Montecavolo di Quattro Castella (RE). Tra coloro che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento, infatti, ci sono anche Graziella Bragaglio, presidente del Basket Brescia Leonessa, e Luca Vitali, playmaker della Germani e della Nazionale italiana, che lo hanno vinto in relazione alla stagione 2016-2017 rispettivamente nelle categorie ‘Premio al contributo al basket’ e ‘Miglior giocatore italiano’.

“Alla base di quello che stiamo ottenendo oggi c’è il coraggio – ha sottolineato Graziella Bragaglio nel corso del suo intervento -. Riportare il basket in una piazza dove mancava da 28 anni è stata un’impresa coraggiosa. L’amore e la passione per questo sport ha fatto sì che il nostro progetto potesse partire e giorno dopo giorno siamo riusciti a costruire quello che oggi è sotto gli occhi di tutti. In più abbiamo un pubblico caloroso e corretto, che è l’orgoglio principale della nostra città e della nostra società”.

“Il mio ruolo di presidente è frutto di coraggio, caparbietà e costanza – ha concluso il presidente della Leonessa -, caratteristiche senza le quali diventa difficile ricoprire un ruolo del genere e raggiungere gli obiettivi che vengono prefissati dalla nostra società, che è nata nel 2009 e che ieri ha disputato la finale di Coppa Italia: siamo andati vicini a vincerla, ma in queste occasioni la cosa importante è esserci”.

“È stato bello scrivere un record storico per la pallacanestro italiana – ha spiegato Luca Vitali parlando del record di assist in campionato stabilito lo scorso anno con la maglia della Germani -. Si tratta di una categoria particolare, nella quale hai bisogno dell’aiuto dei compagni: se loro non fanno canestro, l’assist non viene assegnato. È anche grazie a loro che ho avuto la possibilità di stabilire questo record e il Premio che mi viene assegnato è anche merito loro. In tutta la mia carriera sono sempre stato altruista e con il tempo ho capito come mostrarlo anche agli altri: mi è sempre piaciuto più il passaggio del tiro e attraverso esperienze positive e negative ho imparato a crescere e a migliorare”.

“L’azzurro per me è stato sempre motivo di grande orgoglio – ha concluso Vitali parlando della Nazionale, che il play si accinge a raggiungere per le gare di qualificazione al Mondiale 2019 -. Il rapporto che ho con la Nazionale è sempre stato di grandissimo amore, ma anche di cocenti delusioni. Raggiungo il ritiro e per me continua questo splendido rapporto con la Nazionale: per un atleta vestire la maglia azzurra è l’apice di una carriera intera e quando si ha la possibilità o la fortuna di vincere anche qualche titolo lo diventa ancora di più. Il Premio Reverberi? Lo dedico a mio nonno Nino, una persona che ci segue sempre e vive quotidianamente con grande attenzione le nostre gioie e le nostre sconfitte”.

Queste le altre personalità del mondo del basket che sono state premiate durante la cerimonia: la giocatrice della Virtus Eirene Ragusa Chiara Consolini (miglior giocatrice italiana), il coach dell’Umana Reyer Venezia Walter De Raffaele (miglior allenatore della passata stagione) e il presidente della Reyer Federico Casarin (premio alla carriera), l’arbitro Massimiliano Filippini, il giornalista Edi Dembinski, il General Manager dell’Aquila Basket Trento Salvatore Trainotti (personaggio dell’anno), Massimo Antonelli (premio ‘Basket&Solidarietà’), l’azienda Grissin Bon (premio speciale), il giocatore di Casale Monferrato Davide De Negri (premio di miglior giovane della A2), il presidente della LNP Pietro Basciano (premio speciale FIP) e la Go Basket-Giullari del Castello (premio ‘Piccinini’).

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome