Tesi e slide universitarie fatturate per 100 milioni di euro

Tra i documenti allegati alle false fatture e rinvenuti dalla Guardia di Finanza di Brescia ve ne sono alcuni veramente stravaganti

0
Fiamme Gialle a Brescia
Guardia di Finanza a Brescia

Fatture false del valore di 100 milioni di euro un sequesto preventivo di 14 milioni di euro.

Numeri da capogiro delineano l’operazione Fake download e le condotte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Brescia e guidate dalla Procura della Repubblica di Brescia.

Sotto la lente d’ingrandimento della Guardia di Finanza sono finite cinque società con sede a Brescia e Bedizzole, tutte appartenenti ad uno stesso gruppo e tutte coinvolte in un giro di emissione e ricezione di fatture false, un fenomeno certamente non nuovo nella nostra provincia. Le cinque società sarebbero riconducibili a una coppia di coniugi bresciani, già condannati lo scorso anno per bancarotta fraudolenta.

Come spiegano le testate , le fatture si riferivano a ricerche di mercato e analisi marketing mai realizzate. Le informazioni a corredo delle fatture provenivano da un semplice copia-incolla di altri documenti creati da autori assolutamente estranei al reato.

Tra i documenti allegati alle false fatture e rinvenuti dalla Guardia di Finanza di Brescia ve ne sono alcuni veramente stravaganti, fra questi: slide realizzate da un professore di Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia per i suoi , fatturate per una somma superiore ai 500mila euro; una tesi di laurea in Editoria e Comunicazione Multimediale firmata da una studentessa di Tortona, fatturata per 300mila euro; slide di un  medico del lavoro di Verona riguardante i protocolli sanitari nel settore edilizio, fatturate a 200mila euro.

I soggetti riconosciuti responsabili sono stati denunciati per reati tributari e per violazione del diritto d’autore.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome