Non lo fanno salire: 20enne insegue bus e spacca il vetro a pugni

Un 20enne italiano è stato denunciato per i reati di danneggiamento e interruzione di pubblico servizio per aver inseguito un bus, spaccandone la vetrata a calci e pugni

0
Brescia, un autobus affollato
Brescia, un autobus affollato

Non è dato sapere cosa sia accaduto nella sua testa. Ma un 20enne italiano è stato denunciato per i reati di danneggiamento e interruzione di pubblico servizio per aver inseguito un bus, spaccandone la vetrata a calci e pugni.

Secondo la prima ricostruzione, giovedì intorno alle 18, il giovane – arrivato in ritardo rispetto alla partenza del mezzo alla fermata di via Solferino – avrebbe trovato la porta del bus chiusa. A quel punto ha sfogato la sua rabbia sul mezzo, colpendolo ripetutamente. Ma quando l’autista è ripartito, il 20enne – non pago – ha deciso di rincorrerlo. Al primo semaforo, di fronte al rifiuto del conducente di aprire le porte, sono scattati nuovamente calci e pugni al mezzo, con una violenza tale da sfondare il vetro.

Il bus a quel punto si è fermato. Ma ad accompagnare il giovane (in Caserma) ci hanno pensato i Carabinieri.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome