Abbandono di rifiuti per strada: linea dura contro gli incivili

Ora si studia l'applicazione di dispositivi utili allo smascheramento dei responsabili di queste azioni incivili che contrastano fortemente con i molti abitanti di Mazzano attenti all'ambiente

0
Rifiuti in via Milano - da Facebook - www.bsnews.it
Rifiuti in via Milano - da Facebook - www.bsnews.it

Linea dura contro chi abbandona rifiuti sul territorio e non rispetta le regole della raccolta differenziata.

Nel comune di Mazzano, lo riporta il Giornale di Brescia, si è deciso di agire per contrastare il fenomeno della dispersione incontrollata dei rifiuti in zone non idonee alla loro raccolta, spesso tra i campi o lungo strade poco frequentate.

Alberto Ventura, vicesindaco e assessore all’ambiente del comune di Mazzano, fa sapere che le segnalazioni di immondizia abbandonata in giro giungono agli uffici comunali ogni giorno. Insieme alla Polizia Locale e all’ufficio ecologia si sta dunque pensando di studiare una soluzione al problema che sia efficace e che funzioni a lungo termine.

Oltre a sanare le aree inquinate dall’abbandono dell’immondizia, l’impegno andrà nella direzione di individuare i responsabili e sanzionarli. Non è infatti possibile continuare a vietare l’accesso ad alcuni campi (è una delle azioni concluse in alcune aree) con eccezione per i proprietari degli stessi. Le aree colpite dalla maleducazione e dall’incuranza dei cittadini sono infatti troppo estese: saranno sicuramente aumentati i controlli, ma ora si studia l’applicazione di dispositivi utili allo smascheramento dei responsabili di queste azioni incivili che contrastano fortemente con i molti abitanti di Mazzano attenti all’ambiente e custodi del proprio territorio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome