Com’eri vestita: al Mo.Ca la mostra contro la violenza sulle donne

Dopo l'intensa partecipazione di pubblico che ha onorato l'esposizione a Rovato lo scorso novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, la rassegna arriva a Brescia

1

Nuova opportunità per l’esposizione “Com’eri vestita? What were you wearing?”.

La rassegna sarà nuovamente aperta al pubblico presso lo Spazio MO.CA di Brescia, in via Moretto, dall’8 al 18 marzo 2018.
Dopo l’intensa partecipazione di pubblico che ha onorato l’esposizione a Rovato lo scorso novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, l’associazione Liberi Libri, in accordo con l’Università del Kansas (USA) e in stretta cooperazione con Casa delle Donne – Centro antiviolenza di Brescia, ha deciso di riproporre la toccante esposizione anche in altri Comuni della Provincia di Brescia.

Questa prima tappa non poteva che collocarsi nel capoluogo di provincia ed è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Brescia e della Consigliera Provinciale di Parità.
Già altri Comuni della provincia hanno richiesto di poter ospitare la mostra, ed è in corso di stesura un fitto calendario.

L’inaugurazione si terrà giovedì 8 marzo 2018 dalle ore 18.00, alla presenza degli organizzatori, dell’Assessora alle pari opportunità del Comune di Brescia, Roberta Morelli, del Presidente del Consiglio Comunale di Brescia, Laura Parenza, e della Consigliera Provinciale di Parità, Annamaria Gandolfi.

La mostra sarà visitabile sino a domenica 18 marzo 2018, nei giorni feriali dalle 14.00 alle 17.00 e nei giorni di sabato e domenica dalle 15.00 alle 18.00.

Rassegna Com'eri vestita?
Rassegna Com’eri vestita?
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome