Scontri con la polizia, Daspo e denunce a 12 ultras bresciani

I provvedimenti sono stati emessi dalla Questura di Foggia. L'indagine è stata condotta in collaborazione con la Questura di Brescia

0

Sono dodici gli ultras del Brescia raggiunti dal Daspo e che quindi non potranno assistere a manifestazioni sportive per un periodo determinato che va dai 3 ai 5 anni.

I provvedimenti sono stati emessi dalla Questura di Foggia in seguito agli scontri tra i tifosi e le forze di polizia a Foggia, lo scorso 24 febbraio. L’indagine è stata condotta in collaborazione con la Questura di Brescia.

Il 24 febbraio scorso, a Foggia, i tifosi bresciani non avevano rispettato il percorso stabilito e già presidiato da polizia e carabinieri, scegliendone uno alternativo con l’intento di raggiungere i tifosi avversari.

Le forze dell’ordine erano riuscite ad inserirsi tra i due gruppi, ma ne era scaturito un violento scontro, tanto che un poliziotto era stato trascinato per terra e aggredito con calci alla schiena. I tre tifosi responsabili dovranno quindi rispondere anche di lesioni aggavate a pubblio ufficiale.

Come ricorda il Giornale di Brescia, per la ferocia degli scontri e con l’aggravante dei volti coperti e degli strumenti utilizzati, alcuni dei tifosi sono stati denunciati per violenza e minaccia nei confronti degli agenti di polizia.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome