Portiere 13enne in gravi condizioni: botta alla testa durante un’azione di gioco

Il giovane, rimasto senza sensi, è stato immediatamente soccorso prima dallo staff medico della sua squadra e poi è stato portato con l'elisoccorso all'ospedale Civile di Brescia

1

Un portiere di 13 anni del Rovato è ricoverato in gravi condizioni al Civile di Brescia dopo che ieri pomeriggio, durante la partita di calcio, ha subito una botta alla testa riportando un trauma cranico.

La partita in corso a Lovere era quella tra Altosebino e Rovato. Durante il secondo tempo dell’incontro, l’estremo difensore 13enne si è tuffato per effettuare una presa bassa ma è stato colpito violentemente dall’attaccante avversario che, come lui, si era avventato sul pallone.

Il giovane, rimasto senza sensi, è stato immediatamente soccorso prima dallo staff medico della sua squadra e poi è stato portato con l’elisoccorso all’ospedale Civile di Brescia. Gli esami effettuati hanno evidenziato un trauma cranico e il portiere è stato operato d’urgenza il pomeriggio stesso. Il giovane è ora ricoverato nel reparto di terapia intensiva in gravi condizioni.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome