Roncadelle, gli orti didattici entrano in classe grazie a Fondazione Cogeme

Un progetto promosso dall’Amministrazione Comunale e Fondazione Cogeme Onlus, in collaborazione con l’Istituto superiore “V.Dandolo” di Bargnano di Corzano e l ’Istituto Comprensivo di Roncadelle

0
Orti didattici al Dandolo di Roncadelle, foto Fond Cogeme
Orti didattici al Dandolo di Roncadelle, foto Fond Cogeme

Fondazione Cogeme Onlus e l’Istituto Istruzione Superiore “V.Dandolo”, negl’ultimi due anni in virtù di una convenzione finalizzata all’attuazione di progetti in ambito sociale, hanno lavorato,  affinché sul territorio dei comuni della rete Pianura Sostenibile fossero realizzati degli orti didattici.

Le istituzioni coinvolte hanno sempre dimostrato grande disponibilità, ed ora anche a Roncadelle gli orti sono realtà. L’Amministrazione Comunale, in special modo il Vicesindaco Paolo Lucca e il Dirigente scolastico Sonia Prandini si sono attivati entusiasti riguardo al progetto, che è stato finanziato dalla Fondazione Cogeme per la massima parte.

Un opera realizzata dagli studenti stessi ed inserita nelle attività curricolari del programma scolastico,  previsto dall’istituto agrario della bassa.

E’ per noi una grande soddisfazione veder realizzare un nuovo orto all’interno del nostro Istituto Comprensivo. Un ampliamento importante per gli studenti che va ad aggiungersi al già presente della  scuola d’infanzia – ha commentato il Vice Sindaco, primo interlocutore del progetto – “ringrazio Fondazione Cogeme, i dirigenti, gli insegnanti e tutti i ragazzi dell’Istituto Dandolo che hanno realizzato questo magnifico orto, dando così la possibilità a tutti i bambini della scuola primaria di poter usufruire ed essere protagonisti  in prima persona nella gestione di questo spazio verde”.

Un primo cittadino orgoglioso del lavoro svolto, “E’ un altro tassello che viene realizzato nel nostro paese. Un momento educativo e sociale che ci permetterà di sensibilizzare ulteriormente i nostri bambini al rispetto della natura, del lavoro dell’uomo e aumentare la conoscenza del cibo che portiamo sulle nostre tavole”.

Una soddisfazione condivisa dallo stesso Vice presidente di Fondazione Cogeme Onlus Elvio Bertoletti, che ha seguito il percorso di Pianura sostenibile sottolineando ed integrando del tutto, l’importanza della messa in rete tra i diversi soggetti che hanno contribuito per il bene comune.

Quella tra Il “Dandolo” e Fondazione Cogeme è una collaborazione più che collaudata e testimoniata dalle parole  di Mino Bersini, Dirigente del Dandolo, che si dice  “orgoglioso di poter mettere ancora a disposizione le proprie competenze per i progetti promossi da Fondazione con l’obiettivo di sviluppare sensibilità e concretezza verso l’ambiente” .

Sotto la supervisione del Prof. Marino Lorenzi (per quanto riguarda il “Dandolo”) e della Prof.ssa Alessandra Scattarelli (dell’IC di Roncadelle), è stato realizzato il progetto tecnico (in allegato scheda e rendering dell’opera) che ha coinvolto 8 ragazzi della 2°classe florovivaisti che dal 17 gennaio, per circa dieci giorni, hanno lavorato per la realizzazione dell’orto giardino.

Si tratta di una formula innovativa che prevede la messa a dimora di piante da frutto, caratterizzate da una difficile manutenzione e durata.  Inoltre all’interno dell’area è stata posizionata una stazione di compostaggio. Un lavoro meticoloso e avvalorato dall’attenzione dedicata al tema dell’accessibilità, per il quale i ragazzi hanno installato  una pedana in legno apposita per le persone con difficoltà motorie.

All’inaugurazione erano presenti i dirigenti scolastici, gli studenti dell’Istituto comprensivo, il Sindaco di Roncadelle Damiano Spada e il Vice presidente di Fondazione Cogeme Onlus Elvio Bertoletti.

Orto didattico, foto Fond Cogeme
Orto didattico, foto Fond Cogeme
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome