Ghedi, scoperta cava abusiva adibita a parcheggio

Ad adibire la cava a parcheggio - secondo quanto riportato da alcune fonti - una società terza con sede in provincia di Mantova

1

Nelle scorse ore a Ghedi è stata scoperta una cava abusiva, che era stata adibita a parcheggio.

L’area, di oltre 400mila metri quadrati, si trova in quello che è l’ambito territoriale estrattivo 42 al confine con l’aeroporto di Montichiari ed è stata posta sotto sequestro dopo l’ordine del sostituto procuratore Cassiani.

Numerose le violazioni riscontrate e a vari livelli: ambientale, edilizio, urbanistico. All’interno della cava – che doveva essere utilizzata solo per attività di tipo estrattivo – c’erano anche delle tensostrutture, un autolavaggio, dai container, un gruppo elettrogeno e degli scarichi per l’acqua fortunatamente non ancora attivi.

Ad adibire la cava a parcheggio – secondo quanto riportato da alcune fonti – una società terza con sede in provincia di Mantova. L’azienda aveva acquistato tre quarti della superficie ma non avrebbe effettuato la richiesta del cambio di destinazione d’uso.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome