Pop e Rock: arrivano i nuovi treni speciali che riducono i consumi

I nuovi convogli Rock e Pop sono attualmente in prova in Repubblica Ceca, nel circuito ferroviario di Velim

0
Il treno Freccia Rossa di Trenitalia
Il treno Freccia Rossa di Trenitalia, foto d'archivio da Trenitalia

Uno si chiama Rock e l’altro Pop.

Sono i nuovi treni che Trenitalia metterà sui binari a partire dal prossimo anno in Lombardia.

Non sono però treni normali, ma sono convogli speciali, a ridotto consumo e ad alta sostenibilità ambientale.

Se Rock è di Hitachi, Pop è di Alstom. Uno è a due piani e può accogliere 600 persone, l’altro ha un piano solo e può portare 300 persone nella versione a 4 casse e 200 nel modello a 3. Entrambi raggiungono una velocità massima di 160 chilometri orari e consentono di risparmiare il 30 per cento di energia rispetto agli altri treni.

Materiali riciclabili, un’accelerazione di 1,10 metri/secondo al quadrato (il doppio rispetto agli standard attuali), sedili ergonomici, diciotto posti per le biciclette, un’area nursery, wi-fi, telecamere e portabagagli completano Rock, che è il treno a più basso impatto ambientale in Italia.

Molte novità caratterizzano anche Pop, con spazi più ampi, prese elettriche, meno vibrazioni e meno rumore, un sistema informativo integrato e potenziato. Anche in questo caso i materiali sono riciclabili e il sistema di condizionamento permette una maggiore flessibilità.

I nuovi convogli Rock e Pop sono attualmente in prova in Repubblica Ceca, nel circuito ferroviario di Velim. Secondo quanto riferito da Trenitalia, i test di omologazione sui binari nazionali inizieranno verso la fine del 2018, mentre a metà del 2019 potrebbero essere pronti per entrare ufficialmente in servizio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome