Governo, ecco i sottosegretari: Crimi all’Editoria, Volpi alla Difesa, Cominardi al Lavoro

Sono tre i sottosegretari bresciani del nuovo Governo Conte. La nomina è arrivata ieri e attribuisce ruoli di rilievo agli esponenti della Leonessa

1
Raffaele Volpi, Lega
Raffaele Volpi, Lega

Sono tre i sottosegretari bresciani del nuovo Governo Conte. La nomina è arrivata ieri e attribuisce ruoli di rilievo agli esponenti della Leonessa. L’incarico di sottosegretario alla Difesa è andato a Raffaele Volpi, esponente della Dc e poi della Lega, per cui fino a ieri era anche il responsabile dello sviluppo territoriale al Sud. Mentre si occuperà di Editoria , ex cancelliere del Tribunale di Brescia e primo capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senaton (la delega alle telecomunicazioni rimarrà invece in capo a Luigi Di Maio). Infine il palazzolese (M5S) si occuperà di Lavoro.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Crimi ? Basta sentire sulla rete cosa pensava e pensa poco simpaticamente dei giornalisti, che per lui “fanno solo gossip”, per capire come sia l’uomo sbagliato al posto sbagliato. Cominardi invece faceva l’operaio a Palazzolo e una cinquantina di click on line gli hanno garantito dieci anni onorevoli (da onorevole) e pure la poltrona in Consiglio dei Ministri accanto al suo leader Di Maio. Si dirà che è il bello della democrazia che i pentastellati chiamano partecipativa, come fossimo ai tempi delle Bulè ateniese di Clistene, ma può anche meglio dirsi…casuale. Ecco, chiedo all’Accademici della Crusca l’introduzione ufficiale nella lingua italiana della dizione “democrazia casuale”. A Crimi e Cominardi consigliamo invece di occuparsi almeno un minimo delle drammatiche sorti pentastellate a Brescia e provincia: inesistenti.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome