Toscolano Maderno piange Gino Zanardini, non ce l’ha fatta il vigile colpito da un sasso

Su decisione del sindaco di Toscolano, l'area dell'incidente è stata posta sotto sequestro dalle forze dell'ordine, con diveto d'accesso per mezzi e pedoni

0

Gino Zanardini non ce l’ha fatta: i medici, infatti, hanno decretato la sua morte cerebrale. E tutta Toscolano Maderno ora piange l’agente della Polizia Locale vittima di un tragico incidente causato dal maltempo che nelle scorse ore ha investito in particolare la zona della Valsabbia e dell’Alto Garda.

FRANA ALLA VALLE DELLE CARTIERE

Zanardini era stato mandato con una collega a controllare la situazione della zona della Valle delle Cartiere, per verificare che non ci fossero persone in pericolo sulla passeggiata Covoli e che il torrente Toscolano non stesse esondando. Ma mentre svolgeva il suo servizio da monte si è staccata una piccola frana e l’uomo è stato colpito alla testa da un sasso della dimensione di pochi centimetri, forse una decina.

LE CONSEGUENZE DELLA TRAGEDIA

Il 61enne è caduto a terra e ha perso i sensi: trasportato in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia, le sue condizioni sono sembrate da subito gravi. E poche ore dopo è stata decretata la morte.

Nel frattempo – su decisione del sindaco di Toscolano – l’area dell’incidente è stata posta sotto sequestro dalle forze dell’ordine, con diveto d’accesso per mezzi e pedoni.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome