Fatture elettroniche, benzinai in sciopero: app e software non ancora pronti

La richiesta dei benzinai è quella di far entrare in vigore queste misure a fine anno

1
Benzina Brescia
Benzina Brescia

I benzinai non ci stanno e, con i loro , hanno quindi deciso di indire uno sciopero per il 26 giugno.

L’oggetto del contendere  è l’entrata in vigore dell’obbligo di emissione della fattura elettronica. Tutto nasce dalla riforma varata dal governo Gentiloni – prevista nella legge di bilancio 2018 – che dovrebbe diventare operativo a partire dal prossimo 1 luglio.

L’obiettivo della riforma è contrastare l’evasione fiscale: grazie al controllo telematico, infatti, dovrebbe realizzarsi una drastica riduzione degli evasori, eliminando gli errori che compaiono sulle schede carburante cartacee.

La protesta e l’idea dello sciopero da parte dei benzinai nascono dal fatto che gli strumenti atti all’emissione delle fatture elettroniche, in particolare app e software, non sarebbero ancora pronti. La richiesta dei benzinai è quella di far entrare in vigore queste misure a fine anno.

 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome