A Manerbio cannucce bio contro l’inquinamento dei mari

Una cannuccia in plastica ha solitamente vita breve, ma se abbandonata su una spiaggia può fare danni irreparabili

0
Cumuli di plastica sulle spiaggie
Cumuli di plastica sulle spiaggie

Usata in media per 15 minuti, per smaltirla servono 500 anni.

Una cannuccia in plastica ha solitamente vita breve, ma se abbandonata su una spiaggia può fare danni irreparabili.

Ne è ben consapevole un signore di Manerbio titolare di alcuni locali pubblici che – lo riferisce Bresciaoggi – ha deciso di voler contribuire concretamente alla tutela della fauna e dell’ecosistema marino.

L’imprenditore, che si è a lungo documentato sui pesanti effetti dell’inquinamento causato dall’abbandono di oggetti in plastica, rivela che le cannucce sono tra i primi cinque rifiuti raccolti sulle spiagge.

«Si stima che nel 71% degli uccelli marini e nel 30% delle tartarughe sia stata ritrovata plastica nello stomaco che ne mette a rischio la salute e talvolta ne provoca la morte» si legge sul sito di Marevivo, che promuove la campagna #Ecocannucce, cui l’imprenditore di Manerbio ha aderito.

Nei suoi locali pubblici le cannucce saranno dunque soltanto di carta biodegradabili.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome