Strada Goitese con troppe buche, Carzeri: Provincia senza fondi, paghi la Regione

Il consigliere regionale di Forza Italia sollecita l'ente a intervenire per risolvere il problema della sicurezza di automobilisti e motociclisti

0
Buche in strada, foto generica
Buche in strada, foto generica

E’ stata presentata oggi dal Consigliere regionale di Forza Italia Claudia Carzeri una interrogazione/question time relativa alla sistemazione della SP 236 Goitese, che collega  i capoluoghi di Provincia Brescia e Mantova, passando da Montichiari (Bs) , Castiglione Stiviere (Mn)  e Goito (Mn). Un’iniziativa sollecitata da Angela Franzoni, componente del direttivo Forza Italia  monteclarense e fondatrice del Comitato Civico “quelli della multa Sp 236 Goitese”.

La Goitese, si legge in una nota, versa in uno stato di grande insicurezza, con la presenza di numerose e grosse buche che mettono a rischio l’incolumità di automobilisti e motociclisti che normalmente utilizzano questo tratto di strada per recarsi al lavoro. Per questo la Carzeri sollecita la Regione a risolvere l’annoso problema di sicurezza, sollevato anche dal presidente degli Autotrasportatori in occasione di un incontro Istituzionale con i Consiglieri Regionali.

La richiesta è quella di “un ulteriore stanziamento  da parte della Regione Lombardia, in quanto i 2 milioni previsti per la provincia di Brescia non risolvono assolutamente queste problematiche”. Ma non solo. Carzeri chiede di intervenire anche per le altre infrastrutture bresciane che versano nelle stesse condizioni in quanto le Province, “a causa della legge Del Rio non sono più in grado di affrontare e risolvere queste importanti problematiche”.

Sul punto è intervenuta anche la Franzoni, che ha parlato di intervento doveroso e ricordato che “su questa bretella circa 1 anno e mezzo fa sono state notificate 48.000 multe per un errore da parte della provincia di Brescia nel tarare autovelox: la maggior parte di queste sono state annullate ma parecchi cittadini hanno pagato prima dell’annullamento delle sanzioni o della procedura di ricorso. Mi sarei aspettata”, ha aggiunto, “almeno di vedere una riqualificazione della stessa da parte della provincia, dato che la legge prevede che il 25% delle sanzioni incassate vengano rinvestite per la manutenzione straordinaria delle strade”.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome