Tragedia sull’Oglio: 56enne di Chiari muore annegato mentre pesca

La salma del 56enne, dopo il nullaosta, è stata trasferita nell'abitazione di Chiari

0
vigili del fuoco
vigili del fuoco

Nella serata di martedì 3 luglio si è verificata una vera e propria tragedia a Pumenengo, nella bergamasca, dove un 56enne di Chiari è morto annegato nelle acque del fiume Oglio.

Tutto – come riporta l’Eco di Bergamo – è accaduto ieri dopo le 18. Guglielmo Bonassi, 56enne residente a Chiari, appena dopo il lavoro ha deciso di andare a pescare insieme al fratello – maggiore di un anno – in una zona, all’altezza della cascina Campagne, che i due conoscevano bene.

Ad un certo punto – sulle cause si sta ancora cercando di fare chiarezza – i due fratelli sono caduti in acqua e solo quello maggiore è riuscito a raggiungere la riva per mettersi in salvo. L’allarme è scattato da parte dei residenti dopo aver sentito le grida dei due uomini.

Sul posto si sono recati i vigili del fuoco di Romano, di Bergamo e i sommozzatori dei vigili del fuoco di Milano. Proprio due sub, quando erano le 22:30, hanno recuperato il corpo di Guglielmo Bonassi a circa 4 metri di profondità.

La salma del 56enne, dopo il nullaosta, è stata trasferita nell’abitazione di Chiari.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome