Dopo il funerale la rissa al bar, coinvolti rom e giovani turisti

A dare origine alla lite, nella quale oltre alla quarantina di nomadi sono stati coinvolti anche alcuni giovani turisti, pare sia stato un tentativo di furto

0

Doveva essere un momento di commiato, ma si è tramutato in una maxi rissa.

Nel pomeriggio del 3 luglio alcune persone appartenenti a famiglie di etnia rom si erano riunite al cimitero di Padenghe per seppellire un amico.

Come da tradizione nella cultura rom, dopo la cerimonia funebre ci si sarebbe ritrovati insieme in un locale poco lontano sul lungolago per salutare il defunto con i calici alzati.

L’aperitivo di commiato si è però presto trasformato in una discussione dai toni accesi, degenerando in pochi minuti e cedendo il posto ad una vera e propria rissa.

A dare origine alla lite, nella quale oltre alla quarantina di nomadi sono stati coinvolti anche alcuni giovani turisti, pare sia stato il tentativo di furto di un paio di occhiali da sole: questa la ricostruzione di carabinieri e agenti di Polizia Locale chiamate ad intervenire. Purtroppo, al momento della chiamata al 112, la maggior parte dei rom è fuggita. Non solo non sono state pagate tante delle consumazioni prese nel chiosco, ma nella fuga sono stati anche compiuti atti vandalici alle auto in sosta nel vicino parcheggio.

E cosa ancor più grave, nella zuffa è stata ferita una ragazza, che è stata travolta e gettata a terra.

Le forze dell’ordine stanno ricostruendo l’accaduto, anche grazie all’aiuto dei video registrati dalle telecamere della videosorveglianza.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome