Legge ammazza-web bocciata, ma Morgano ha votato a favore

L'eurodeputato bresciano, ex preside della Cattolica, ha votato favore, mentre l'ex sindaco di Adro Danilo Oscar Lancini (Lega) si è espresso contro

1
Luigi Morgano
Luigi Morgano

La cosiddetta legge ammazza-web, almeno per il momento, è stata fermata. Ma l’eurodeputato bresciano Luigi Morgano (Pd) – già preside dell’Università Cattolica di Brescia e vicesindaco della città – ha votato favore. Mentre l’altro rappresentante bresciano, l’ex sindaco di Adro Danilo Oscar Lancini (Lega) si è espresso contro la proposta. E’ quanto emerge dai tabulati nominali delle votazioni avvenuti oggi a Strasburgo.

Il voto di Morgano – per fortuna – non è stato decisivo. Ma si inserisce nel coro di coloro che si sono dichiarati favorevoli a una legge contestatissima che avrebbe rischiato di mettere in pericolo la natura stessa del web. Con lui, purtroppo, anche il giornalista David Sassoli e molti altri autorevoli esponenti del Partito democratico italiano che aderiscono al gruppo europeo S&D.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome