Tragedia a Torbole: Paolo Capitanio trovato morto in un bosco

Un gruppo di turisti in vacanza nella zona della Val Palot, mentre stava effettuando un'escursione tra i boschi, ha rinvenuto il suo corpo

0
Trovato morto nei boschi, foto d'archivio
Trovato morto nei boschi, foto d'archivio

Era scomparso da casa da un paio di giorni e subito sono partite le ricerche per trovarlo. Ma putroppo le speranze di familiari e amici si sono spente molto velocemente, scontrandosi con la più drammatica delle realtà. Giovedì un gruppo di turisti in vacanza nella zona della Val Palot, mentre stava effettuando un’escursione tra i boschi, ha rinvenuto il corpo di Paolo Capitanio senza vita.

PAOLO CAPITANIO

Paolo Capitanio aveva soltanto 32 anni e viveva con la famiglia a Torbole Casaglia. Era impiegato in un’agenzia immobiliare di Brescia2 e aveva molte passioni, a partire dalle arti marziali.

LE CAUSE DELLA TRAGEDIA

Al momento non è chiara quale sia stata la causa della morte. Ora si attende il responso dell’autopsia e delle indagini effettuate dai carabinieri di Breno. Ma nessuna risposta potrà colmare il dolore di chi lo conosceva.

Il suo corpo è stato portato nella camera mortuaria dell’ospedale di Esine e poi trasferito al Civile. Paolo lascia nel dolore il papà Claudio, commercialista o in pensione, la mamma Stefania Scalvini e due fratelli.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome