Negozi sempre aperti, il sottosegretario Cominardi (M5S) dice no

Il governo è pronto a rivedere le norme che consentono ai negozi di tenere aperto tutto l'anno e la base della discussione è la proposta di Michele Dell’Orco

0
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi

Il governo è pronto a rivedere le norme che consentono ai negozi di tenere aperto tutto l’anno e la base della discussione è la proposta di Michele Dell’Orco (M5S), che prevedeva 12 giorni di chiusura obbligatori all’anno, tra cui: Capodanno, Epifania, 25 aprile, Pasqua, Pasquetta, 1° maggio, 2 giugno, Ferragosto, 1° novembre, 8 dicembre, Natale e Santo Stefano.

Ad annunciarlo è sottosegretario (bresciano) al Lavoro Claudio Cominardi, che già fu tra i firmatari della proposta. L’esponente del M5S, nella note, ribadisce “la volontà del Governo di porre rimedio agli effetti negativi delle liberalizzazioni introdotte dal Governo Monti mediante la Manovra Salva Italia” e spiega che “la liberalizzazione selvaggia degli orari di apertura continua ad avere effetti pesantissimi sui lavoratori, sul piccolo commercio e, in generale, sul nostro Paese”, perché “migliaia di madri, padri e figli lavorano giorno e notte, rinunciano alle domeniche e non riescono ad avere un momento di comunione familiare nemmeno in occasione delle principali feste religiose e laiche”. “Un fenomeno in diffusione anche nel Bresciano e in generale in territorio lombardo”, conclude Cominardi nella stessa nota, “e in tutto questo il peso della grande distribuzione è enorme, a danno, oltre che delle famiglie, anche di migliaia di piccoli imprenditori”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome