Bimba persa nei boschi, cresce la paura: non ci sono notizie

L'unico ad avvistarla rimane il cittadino serlese che l'ha incrociata il primo giorno la ragazzina si è agitata alla vista del cane ed è scappata

1
Speleologi al lavoro, foto d'archivio
Speleologi al lavoro, foto d'archivio

Ancora nessuna notizia della piccola Iuschra, la ragazzina autistica di 12 anni che si è persa nei boschi dell’altipiano delle Cariadeghe, a Serle, da ormai due giorni. Le ricerche della bambina proseguono con tutti i mezzi a disposizione: cani, speleologi (40), elicotteri, droni e circa 300 volontari. Ma per il momento non sono emerse tracce significative del suo passaggio.

L’unico ad avvistarla rimane il cittadino serlese che l’ha incrociata il primo giorno con il suo cane: la ragazzina ha guardato l’animale e poi si è rimessa improvvisamente a correre.

Il timore è che Iuschra sia caduta in una delle numerose cavità della zona o in un crepaccio. I forti temporali delle scorse ore hanno complicato i lavoro di coloro che la stanno cercando. E ormai manca da casa da tre giorni.

In caso di avvistamento della piccola, lo ricordiamo, il consiglio è di non cercare di interagire con lei, di allontanarsi ed avvisare immediatamente le forze dell’ordine.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome