Pesce illegale, sanzioni e sequestri in Valcamonica e Sebino

Le attività di verifica sono realizzate nell'ambito del «Piano regionale integrato» della Regione Lombardia in merito alla tutela della sicurezza alimentare

0
Pesce
Pesce

Gli agenti del Centro regionale di controllo pesca di Venezia, in collaborazione con i militari della Guardia costiera del Garda e le autorità sanitarie, hanno condotto una complessa operazione di polizia in materia di tutela della filiera ittica.

Il lavoro di verifica è durato tre giorni consecutivi e si è svolto nelle province di Brescia e Bergamo: sotto controllo le attività commerciali della grande distribuzione operanti nelle zone del Sebino e della Valcamonica.

Considerevoli i quantitativi di prodotti ittici e alimentari privi di adeguata documentazione e gravi le inadempienze delle normative di autocontrollo igienico sanitario riscontrate dagli enti di vigilanza durante i controlli, che hanno portato al sequestro di una tonnellata di prodotti alimentari, con sanzioni per quasi 40 mila euro e sospensione dell’attività per un ristorante etnico.

Le attività di verifica sono realizzate nell’ambito del «Piano regionale integrato» della Regione Lombardia in merito alla tutela della sicurezza alimentare e che punta alla salvaguardia della qualità degli alimenti e all’annientamento delle frodi in ambito alimentare.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome