Rabbia e paura in Franciacorta, già tre casi di legionellosi

A metà mese Acque bresciane, gestore del ciclo idrico, aveva eseguito un primo intervento di clorazione dell'acqua distribuita

0

Tre casi in meno di un mese.

A Bornato, frazione di Cazzago San Martino, a partire dai primi di agosto si registra il terzo caso di legionellosi.

I primi due casi erano stati rilevati nella seconda settimana di agosto e a seguito di accertamenti e verifiche la presenza del batterio della legionella era stato rinvenuto nelle tubature dell’acqua di alcune abitazioni tra via Pasini e via degli Alpini.

A riferirlo sono le stesse persone contagiate dal batterio, tutte residenti in via degli Alpini (eccetto un uomo contagiato sul lago d’Iseo).

A metà mese Acque bresciane, gestore del ciclo idrico, aveva eseguito un primo intervento di clorazione dell’acqua distribuita a Bornato, mentre il comune aveva invitato i residenti a disinfettare tutti i rubinetti di casa.

Eppure anche un terzo uomo è stato contagiato. Accortosi della patologia mentre era in vacanza, ha fatto un controllo e ora è ricoverato alla Clinica San Rocco di Ome.

Nei giorni scorsi è stato dunque eseguito un nuovo intervento di sanificazione dell’acquedotto e come da prassi si stanno effettuando analisi approfondite per individuare l’origine della contaminazione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome