Cercatori di funghi a rischio sulle montagne: un morto e una donna salvata

Giornate impegnative per il soccorso alpino lombardo: ieri interventi a Schilpario (nella Bergamasca) e a Stadolina (Valcamonica)

1
Le ricerche del Soccorso alpino
Le ricerche del Soccorso alpino

Giornate molto impegnative per il Soccorso alpino lombardo. In questi giorni, per tutte le delegazioni alpine (XIX Lariana, VII Valtellina – Valchiavenna, VI Orobica e V Bresciana) gli interventi si susseguono in ogni momento della giornata e spesso con condizioni meteorologiche avverse. Agli interventi che riguardano alcuni dei tanti escursionisti e alpinisti che in questi giorni di vacanza  frequentano la montagna, si aggiungono i cercatori di funghi.

A Schilpario (BG)  allertamento ieri mattina da parte di Soreu per un uomo, residente in provincia di Cremona, a Ostiano, nato nel 1962, deceduto a causa di un malore. Era per funghi con il fratello nei boschi sopra il paese, in località Pizzo, a 1300 metri di quota. Si trovava però in un punto particolarmente ripido. Non essendo della zona, era difficile capire dove esattamente si trovassero ma, grazie a una ottima conoscenza del territorio da parte dei soccorritori della stazione di Schilpario, è stato possibile rintracciarli. Il recupero, abbastanza complesso dal punto di vista tecnico, è avvenuto per mezzo di calate nel bosco.

In Alta Valle Camonica (BS), a Stadolina, frazione del comune di Vione, sempre in mattinata Soreu ha allertato le squadre della stazione di Temù e i militari del Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza per il recupero di una donna, originaria dell’Alta Valle (nata nel 1969) che stava cercando funghi nella zona di Vallina. I tecnici hanno portato la persona in una piazzola per consentire il recupero tramite l’elicottero. Medico e infermiere hanno valutato le condizioni di salute, è stata quindi stabilizzata e portata in ospedale.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome