Desenzano del Garda, la casa confiscata alla criminalità va ai disabili

A settembre l'Anffas (l'associazione delle famiglie con disabilità) prenderà ufficialmente casa nell'appartamento di un residence di Rivoltella confiscato

0
Vittoria
Vittoria

A volte il lieto fine c’è. E’ quanto accaduto nelle scorse ore a Desenzano: capitale del lago di Garda, ma anche terra di criminalità organizzata, in cui le mafie sono solite investire i proventi dei propri traffici illeciti.

A settembre, infatti, l’Anffas (l’associazione delle famiglie con disabilità) prenderà ufficialmente casa nell’appartamento di un residence di Rivoltella confiscato al crimine, consegnato al gruppo dal sindaco Guido Malinverno.

Si tratta di un piccolo immobile con ingresso indipendente strutturato su due livelli, che il sodalizio utilizzerà per sostenere il suo progetto Chiavi in casa, finalizzato a favorire l’inserimento dei portatori d’handicap in ambienti diversi dalle famiglie.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome