Fiamme nella ex fabbrica murata, paura per i senzatetto abusivi

Fortunatamente nello stabile non vi era nessuno, ma alcuni nuovi giacigli hanno fatto intuire che alcuni senzatetto sono nuovamente entrati nell'ex fabbrica

1
Vigili del fuoco, www.bsnews.it
Vigili del fuoco, www.bsnews.it

Non è bastato murare gli accessi alla ex fabbrica di via Nicolini per scongiurarne l’uso come dimora abusiva.

Ieri mattina, però, l’ingresso di chi vive lì indebitamente ha fatto rischiare lo scoppio di un incendio e conseguenze anche gravi.

Dopo solo pochi giorni dall’ultimo sgombero effettuato dagli agenti della Polizia Locale e dopo che gli accessi alla struttura di via Nicolini sono stati murati a seguito di un’ordinanza comunale, alcuni senzatetto sono riusciti comunque ad entrare nella ex fabbrica.

Ad accorgersi del possibile incendio un cittadino, che ha visto del fumo uscire dal piano superiore dello stabile e ha lanciato l’allarme.

Immediato così l’intervento di Vigili del fuoco e Polizia Locale. A provocare le fiamme potrebbe esser stata una candela rimasta accesa.

Fortunatamente nello stabile non vi era nessuno, ma alcuni nuovi giacigli hanno fatto intuire che alcuni senzatetto sono nuovamente entrati nell’ex fabbrica. A breve saranno dunque effettuati altri lavori per impedire del tutto l’ingresso abusivo nella struttura, anche se le prossime operazioni potrebbero rendere il luogo una vera e propria gabbia nel caso qualcun altro vi riuscisse ad entrare. Se poi scoppiasse un altro incendio sarebbe davvero difficile trovare una via di fuga dall’interno della ex fabbrica.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome