Brescia, Acri al sindaco: dica no alla qualifica di genitore nelle coppie gay

A chiederlo, con una mozione depositata in Loggia, è il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, che nello stesso documento richiama la Costituzione

0
Gianfranco Acri (Fdi) con Daniela Santanche, foto da Facebook
Gianfranco Acri (Fdi) con Daniela Santanche, foto da Facebook

Il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale di attuare si esprimano “in modo chiaro, inequivocabile, netto e determinato in merito al non riconoscimento della qualifica di genitore nelle coppie omosessuali al soggetto senza vincoli di consanguineità con il bambino”.

A chiederlo, con una mozione depositata in Loggia, è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Gianfranco Acri, che nello stesso documento sottolinea: “Come già ben rimarcato nella Costituzione, il ruolo delle figure dei genitori e della famiglia deve essere intesa come padre e madre di sesso diverso, ed in base alle numerose sollecitazioni che ci giungono dalla civica società”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome