Foto su Facebook col fucile, Del Bono: non deve essere candidato

Il sindaco: la scelta di pubblicare una propria fotografia armato va contro i principi contenuti nello Statuto del Comune di Brescia

4
Emilio Del Bono, foto BsNews.it
Emilio Del Bono, foto BsNews.it

“In queste ore è riunita la Commissione che deve decidere sull’ammissibilità dei candidati, non è quindi un tipo di valutazione che compete a me. Ritengo, però, che questo signore non debba partecipare alla consultazione. La scelta di pubblicare una propria fotografia armato, infatti, va contro i principi contenuti nello Statuto del Comune di Brescia, che inneggiano alla pace e alla fratellanza. Un’immagine del genere va esattamente nella direzione opposta”.

A dirlo è il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, che – con una nota – esprime la propria opinione sull’episodio che ha visto protagonista un cittadino di origine pachistana, Talat Chaudhry Doga, che si è candidato per entrare a far parte dei Consigli di quartiere e su Facebook ha postato una foto mentre imbraccia un fucile da guerra Ak-47.

Evidentemente non sono bastate a convincere Palazzo Loggia le spiegazioni dell’uomo, che in un’intervista esclusiva rilasciata a BsNews ha preso nettamente le distanze da ogni forma di estremismo e spiegato l’immagine, risalente al 2013, con usanze del suo Paese d’origine. Dopo aver cercato inutilmente di convincerlo a ritirare la candidatura, pochi minuti fa è arrivata la presa di posizione del sindaco, che va nella direzione richiesta da Fabio Rolfi e Viviana Beccalossi. Ora, però, si attendono le decisioni della commissione competente.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome