Folle fuga con figlia a bordo, pusher ricercato arrestato un anno dopo: era al bar

Ora per lui si sono aperte le porte del carcere: le accuse sono quelle di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e di resistenza a pubblico ufficiale

1

Un 40enne di origine marocchina stato arrestato dopo oltre un anno di ricerche: si trovava in un bar di Calcio, nella Bergamasca, e stava bevendo tranquillamente un caffè.

L’uomo – l’8 maggio dello scorso anno – era stato destinatario di un ordine di custodia cautelare per il reato di spaccio. E non solo. Il 27 gennaio del 2017, infatti, è stato notato dai carabinieri mentre viaggiava contromano – e a forte velocità – nel centro di Orzinuovi, insieme alla moglie e alla figlioletta.

Invece di fermarsi all’alt, però, il marocchino si è dato alla fuga: l’inseguimento è durato fino al territorio di Calcio, dove la sua Ford Fiesta si è schiantata contro la parete di un condominio. L’uomo, quindi, è sceso repentinamente dall’auto ed è fuggito a piedi per i campi, lanciando una dose di cocaina. In auto ha lasciato moglie e figlia, per fortuna illese, e altra droga in modica quantità.

Ora – secondo quanto riferisce Bresciaoggi – per lui si sono aperte le porte del carcere: le accuse sono quelle di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e di resistenza a pubblico ufficiale.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome