Firmava l’agibilità in cambio di sesso e denaro, condannato a 2 anni e 8 mesi

L'accusa, guidata dal pm Ambrogio Cassiani, aveva chiesto per lui una condanna a sei anni e otto mesi di reclusione

0

L’accusa, guidata dal pm Ambrogio Cassiani, aveva chiesto per lui una condanna a sei anni e otto mesi di reclusione, ma i giudici nel processo di primo grado gli hanno dato due anni e otto mesi.

L’uomo, dipendente del comune di Brescia allo sportello Edilizia, accusato e ora condannato per aver chiesto denaro e incontri sessuali in cambio dell’idoneità abitativa per alcuni appartamenti, ha già risarcito le sue vittime, per la maggior parte stranieri.

La prima a denunciarlo era stata una donna etiope, che aveva anche confidato di esser stata palpeggiata dall’uomo.

Il 57enne è stato sospeso dal suo impiego ma continua a dirsi innocente, anche ora che è stata emessa la sentenza di condanna.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome