Piccioni, Iseo passa alla fase due della guerra: arrivano i rapaci

Nei mesi scorsi era stato distribuito dal Comune, mangime anticoncezionale cheavrebbe portato al calo del 15% della popolazione dei volatili

0
Piccioni
Piccioni

atto secondo. Il piano del Comune di Iseo (interamente finanziato con le casse comunali) per ridurre la fastidiosa, ed in alcuni casi antiigienica, presenza dei volatili nel centro del paese passa alla seconda fase.

Dopo che nei mesi scorsi era stato distribuito, a cura degli addetti del Comune, mangime anticoncezionale che, secondo gli esperti avrebbe portato ad una diminuzione del 15% della popolazione dei volatili, ora si passa alla fase due: l’utilizzo dei rapaci, falconi opportunamente addestrati, per allontanare i piccioni.

Gli Uffici comunali hanno infatti affidato ad una ditta, che vanta una consolidata esperienza in materia sia in campo pubblico che privato, il servizio che prevede 35 interventi già a partire dal mese di dicembre e per tutto il 2019.

Si tratta – preciasa una nota ufficiale del Comune – di una metodologia approvata dalle Autorità competenti, totalmente naturale ed incruenta che viene utilizzata regolarmente con successo in aeroporti, luoghi aziendali e centri storici.

La presenza massiccia di piccioni causa anche a Iseo, come in molti altri centri, fastidio ai locali pubblici (proverbiale la picchiata dei volatili nei dehor dei bar all’ora dell’aperitivo) ma anche e soprattutto può originare problemi igienici e dal punto di vista del decoro: le deiezioni non rappresentano certo un bel biglietto da visita per la cittadina.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome