Fondazione Casa Industria, la Lega: preoccupati per conti e dipendenti

E' scontro tra maggioranza e opposizione per quanto emerso durante la commissione Servizi alla persona che si è tenuta ieri a Palazzo Bianchini

0
Palazzo Loggia
Palazzo Loggia, sede del Comune di Brescia

E’ scontro tra maggioranza e opposizione per quanto emerso durante la commissione Servizi alla persona che si è tenuta ieri a Palazzo Bianchini, convocata in seguito alla richiesta dalle consigliere della Lega Melania Gastaldi (Segretario della Commissione) e Michela Fantoni. Oggetto della richiesta l’audizione di Elisabetta Donati, Presidente della Rsa Fondazione Casa Industria.

“La situazione economica/finanziaria della Fondazione – si legge in una nota del gruppo consigliare della Lega – verte in crisi da anni e le risposte dell’assessore Fenaroli all’interrogazione presentata dal nostro capogruppo Tacconi e da Simona Bordonali non ci erano sembrate esaustive. Abbiamo chiesto quindi di poter sentire anche la Presidente per avere chiarezza sulla strategia di ripianamento dei debiti della Fondazione, che chiude in perdita anche nel 2017 per 102.000 euro (quasi il doppio rispetto al 2016: 56k euro). Abbiamo poi chiesto rassicurazioni sul mantenimento delle garanzie contrattuali dei dipendenti, le cui trattative sono ancora in corso. Infine – conclude Melania Gastaldi – ho auspicato che, nonostante la coincidenza della carica di Presidente della Rsa e di quella di Saggio del Sindaco, non venga mai meno l’imparzialità nella gestione della Fondazione.”

La dottoressa Donati non ha nascosto la sofferenza della Fondazione e ne ha illustrato a lungo le migliorie tecniche apportate (con fondi di fundraising) nell’ultimo anno. Ha fatto cenno ad un piano programmatico triennale che tuttavia non è stato possibile visionare in Commissione. Il Capogruppo Tacconi – continua la nota – è intervenuto nel merito dell’agitazione sindacale (che ad oggi è stata tolta, anche grazie a l’interrogazione presentata in Loggia) e a alle dichiarazioni riguardanti la percentuale di assenteismo alta del personale, ricordando che può essere ricondotto all’invecchiamento dello stesso personale, ma anche ad un management che forse non riesce a motivare i dipendenti, sottolineando che la Lega è favorevole a una razionalizzazione dei costi ma con la massima attenzione alla qualità del servizio erogato.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome