Latte lombardo, enorme ricchezza per tutta Italia

Il latte made in Italy passa per gran parte dalla Lombardia, dove nasce il 43% circa della produzione nazionale. Sono oltre 4.000 le imprese collegate alla produzione e alla distribuzione specializzata su un totale nazionale di 41.000

0

Il latte fa indiscutibilmente bene. Cominciare un articolo sul latte sottolineando un’ovvietà può anche avvicinarsi al paradosso, ma nell’epoca delle fake news a getto continuo è importante riappropriarsi delle verità più elementari. Lo sa bene anche la Regione Lombardia, che facendo riferimento a diversi studi scientifici sottolinea come il latte sia un “un alimento completo e bilanciato che contribuisce a soddisfare il fabbisogno giornaliero di proteine, zuccheri, grassi, oligoelementi e vitamine di ogni persona, in ogni età della vita. Fornisce numerosi nutrienti essenziali all’organismo, disponibili in forma altamente assimilabile”. Scendendo ancora di più nel dettaglio, le proteine del latte, ovvero le caseine e le proteine del siero, contengono tutti gli aminoacidi essenziali; il latte, peraltro, è una fonte preziosa di vitamina A, C, D e di tutte quelle del gruppo B, necessarie per assicurare all’organismo un corretto metabolismo, oltre a essere una fonte particolarmente ricca di calcio, fosforo, sodio e potassio.

“Il latte fa bene alla salute, ha tanti buoni nutrienti”, riassume il noto medico nutrizionista Giorgio Calabrese, Presidente del Consiglio nazionale sicurezza alimentare (CNSA) del ministero della Salute. Va da sé che la credenza secondo cui bere latte possa causare malattie tumorali, dunque, non ha alcuna valenza scientifica. Al contrario, la presenza combinata nel latte di calcio e fosforo, tra le altre cose, contribuisce a prevenire l’osteoporosi. Latte come alleato della buona salute, quindi, e non come nemico. L’ideale sarebbe consumarne una tazza al giorno a fini preventivi e senza distinzione d’età, consolidando i più svariati benefici specialmente nei bambini, negli anziani e negli sportivi. Non tutti, ad esempio, sanno che il latte è un’alternativa efficace agli sport drink perché fornisce acqua, proteine, zuccheri, vitamine ed elettroliti che favoriscono il recupero dopo l’attività fisica, migliorano il tono muscolare e aiutano a ridurre il grasso. Il latte è un alimento a bassa densità energetica e con elevata densità nutrizionale perché fornisce un elevato numero di nutrienti e poche calorie. Un vero toccasana, dunque, a differenza di altri alimenti ritenuti genuini che però, al contrario, hanno alta densità energetica e bassa densità nutrizionale.

Il ruolo del latte lombardo in Italia

Il latte made in Italy passa per gran parte dalla Lombardia, dove nasce il 43% circa della produzione nazionale. Sono oltre 4.000 le collegate alla produzione e alla distribuzione specializzata su un totale nazionale di 41.000, come confermano i dati Camera di commercio sulle imprese. Arrivano a quasi 7.000 unità, poi, i lavoratori che operano in Lombardia nei settori specializzati legati al latte su un totale nazionale di 55.000 persone.