Legionella, l’Ats nega la documentazione al Comitato di salute pubblica

La documentazione prodotta durante le verifiche in alcune zone della provincia, tra cui anche i dettagli sui prelievi dei campioni, non sarà accessibile

0
Analisi in laboratorio
Analisi in laboratorio, foto generica

L’Ats di Brescia ha negato al Comitato di salute pubblica l’accesso agli atti inerenti gli accertamenti che hanno fatto seguito all’anomala ondata di legionella e polmoniti che ha colpito la di Brescia sul finire dell’ e sulla quale la Procura ha aperto un’inchiesta per epidemia colposa.

La decisione dell’Ats, formulata su indicazione della magistratura, giunge perchè sono in corso penali per cui vige il segreto investigativo.

La documentazione prodotta durante le verifiche in alcune zone della provincia, tra cui anche i dettagli sui prelievi dei campioni effettuati, non sarà dunque accessibile per il Comitato che riunisce chi in vario modo è stato colpito dall’epidemia di polmoniti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome