Franciacorta, venditore ambulante di 28 anni espulso per terrorismo

Nel bresciano sono stati otto gli stranieri indagati per terrorismo nel 2018. Due gli espulsi: l'altro è stato l'imam egiziano fermato a Orzinuovi

0
Terroristi, foto d'archivio
Terroristi, foto d'archivio

Un cittadino macedone di soli 28 anni, in Italia da quando ne aveva tre, è stato espulso dalla . La notizia è stata diffusa ieri, nell’ambito della conferenza stampa in cui il questore ha fatto il punto sulle attività della Polizia bresciana nel 2018.

Il giovane radicalizzato – che viveva tra i Comuni di Chiari e di Rovato – era cresciuto e aveva studiato nel Bresciano. Dopo la scuola era diventato venditore ambulante insieme al padre. Ma i suoi comportamenti, soprattutto quanto sui social, lo hanno fatto finire sotto la lente della Questura per apologia di terrorismo.

I fatti contestati risalgono a diversi mesi fa, mentre l’espulsione è di novembre. A firmarla è stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Nel bresciano sono stati otto gli stranieri indagati per terrorismo nel 2018.  Due gli espulsi: l’altro è stato l’imam egiziano fermato a Orzinuovi.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome