Sfregiò l’ex con l’acido, finisce in ospedale con 40 giorni di prognosi

Pare che la vittima non abbia denunciato nulla, ma le indagini - affidate ai carabinieri di Ospitaletto - sono scattate comunque d'ufficio

0

Ben 40 giorni. A tanto ammonterebbe la prognosi attribuita dai medici a Elena Perotti, la giovane finita al centro della cronaca non solo bresciana nel 2012 per aver sfregiato con l’acido l’ex compagno William Pezzulo.

Nei giorni scorsi la giovane è stata ricoverata con ferite che sembrerebbero il frutto di un’aggressione. Stando a quanto riportato da diverse fonti, pare che la vittima non abbia denunciato nulla, ma le indagini – affidate ai carabinieri di Ospitaletto – sono scattate comunque d’ufficio. Resta da capire la dinamica esatta di quanto accaduto, ma la presunta violenza sembra essere maturata nella cerchia delle sue più strette conoscenze.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome