Entra in chiesa e interrompe la messa di Natale urlando: islamico nei guai

Uno strampalato tentativo di sabotaggio religioso da parte di un fanatico? Il gesto di un ubriaco?

1
Messa, foto generica
Messa, foto generica

Ci sono ancora numerosi dettagli da chiarire su quanto avvenuto durante la messa natalizia di mezzanotte a Maclodio, comune di 1.400 abitanti della Bassa Bresciana.

Secondo le testimonianze, infatti, un uomo di origine nordafricana avrebbe fatto irruzione in chiesa pochi istanti prima della lettura del Vangelo, urlando frasi poco comprensibili. Secondo quanto riportano alcune fonti, lo straniero avrebbe gridato “Allah akbar” oppure soltanto “Allaah” oppure aancora “morte”, ma non ci sono certezze e potrebbe essersi trattato anche di parole molto meno inquietanti.

Uno strampalato tentativo di sabotaggio religioso da parte di un fanatico? Il gesto di un ubriaco? L’unica certezza è che il marocchino è stato “accompagnato” da alcuni fedeli fuori dalla chiesa, dove è stato preso in custodia prima dagli alpini della locale sezione e poi dai carabinieri, a cui ora spetta il compito di fare luce sull’accaduto.

Nel frattempo il sacerdote officiante, Don Tiziano Goretti, ha superato il momento con una battuta e ha ripreso a celebrare la funzione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome