Volontariato tassato, Borghesi (Lega): su aumento Ires media ostili governo poco informati.

"Il clamore sorto attorno alla previsione di un’innalzamento dell’Ires per le attività del Terzo Settore dimostra quanta poca conoscenza ci sia di questo mondo"

0
Stefano Borghesi, deputato Lega Nord - foto da profilo facebook
Stefano Borghesi, deputato Lega Nord - foto da profilo facebook

“Il clamore sorto attorno alla previsione di un’innalzamento dell’Ires per le attività del Terzo Settore dimostra quanta poca conoscenza ci di questo mondo come i media contrari a questo la sfruttino per indebolirlo. La nuova aliquota, infatti, colpirà la parte commerciale dei proventi dei soggetti che operano nella terza dimensione che, proprio per loro costituzione, è un’area residuale delle loro attività. L’incidenza nel loro bilancio dovrebbe pertanto essere marginale. In caso non ci fosse utile commerciale non ci sarebbe tassazione”. Così , Senatore della Lega, a proposito delle norma che cancella l’Ires agevolata per gli enti non commerciali, portando l’aliquota dal 12% attuale a quella ordinaria del 24 %.

“Questo -conclude Borghesi – non significa che la misura prevista non debba essere perfezionata in modo più chirurgico, punendo i furbetti che sfruttano le agevolazioni giustamente riconosciute al comparto, pur non partecipando agli scopi e alle funzioni sociale e solidali. Invito a riflettere sul vero problema del Terzo Settore: rivedere le norme che il governo della sinistra di Matteo Renzi ha licenziato. Misure che creano il paradosso di un non profit di Stato, sempre più articolato e confuso e sempre più imbrigliato in fattispecie la cui natura tradisce lo spontaneismo della tradizione solidaristica italiana”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome