Pallanuoto, dopo Natale An Brescia appesantita ma supera l’ostacolo Trieste

A Mompiano, nella 12^ di campionato (penultima d’andata), la squadra di Sandro Bovo supera il team giuliano per 16 a 10 (4-1, 5-4, 3-2, 4-3, i parziali)

1
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio

Comprensibilmente non a pieni giri ma comunque determinata a svolgere il proprio dovere: alla ripresa delle attività dopo la pausa natalizia, l’ non si esprime al meglio ma l’ostacolo Pallanuoto Trieste viene superato in modo abbastanza agevole. A Mompiano, nella dodicesima di campionato (penultima d’andata), la squadra di supera il team giuliano per 16 a 10 (4-1, 5-4, 3-2, 4-3, i parziali). Senza capitan Presciutti (colpito da un attacco di febbre) e Gallo (gastroenterite), l’An paga il momento di grande carico di lavoro (anche nell’odierna mattinata, i biancazzurri hanno effettuato una dura seduta d’allenamento) e, nella sfida con Trieste, non riesce a evitare alcune sbavature commesse soprattutto in fase difensiva. In ogni caso, i tanti gol al passivo sono anche il frutto della buona prova degli ospiti, schierati molto bene in acqua e pronti a sfruttare i varchi lasciati da Nora (oggi leader in acqua) e compagni. Chiusa la parentesi delle festività, per le calottine bresciane era importante ripartire riprendendo confidenza con ritmi partita e con gli schemi da effettuare, il tutto, anche e soprattutto, per preparare la trasferta di mercoledì a Barcellona: il compito è stato eseguito e, ora, tutte le attenzioni vanno al match in dei catalani.

«Senza dubbio, oggi – dice Marco Del Lungo -, oggi non ci siamo espressi al meglio: partivamo senza dei punti di riferimento come Christian e Valentino, e, con nelle braccia tanto lavoro, non era facile ripartire secondo i nostri standard. Comunque, ci sono state anche buone cose e questo, pensando a mercoledì, direi che è il dato che conta di più».

«È stata la classica partita del post-pausa – commenta coach Bovo -, con parecchi errori commessi e tanti gol presi, compresa un’autorete. Tutto sommato ci può stare, un po’ di ruggine era inevitabile; al di là di questo, ci interessava riprendere a giocare e i ritmi sono stati abbastanza buoni. Adesso vediamo di recuperare gli assenti di oggi e poi sotto con il Barceloneta».

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome