Lo aspettano in corsia, ma non arriva: primario muore nel suo ospedale

Nonostante i molteplici tentativi di rianimarlo, per l'uomo, medico specializzato in anestesia e rianimazione, non c'era più nulla da fare

0
ospedale - foto generica
ospedale - foto generica

Lo aspettavano in corsia, come tutti i giorni, per salvare delle vite.

Eppure ieri del primario dell’ospedale di Asola, nel mantovano, A.B. – queste le sue iniziali – non c’era traccia. E così i suoi colleghi, preoccupati, sono andati a cercarlo.

Lo hanno trovato poco dopo, accasciato per terra nel suo studio.

Nonostante i molteplici tentativi di rianimarlo, per l’uomo – medico specializzato in anestesia e rianimazione – non c’era più nulla da fare.

A.B. aveva 66 anni e sarebbe andato presto in pensione.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome