“Due palle non fanno un etero”, sui manifesti la risposta di Giorgio e Sergio ai no gender

Il cremonese Giorgio Donders e il milanese Sergio Sormani hanno deciso di lanciare una campagna contro l'omofobia che fa discutere

0
Giorgio Donders e Sergio Sormani in uno dei manifesti antidiscriminazione che si vedono in diverse città
Giorgio Donders e Sergio Sormani in uno dei manifesti antidiscriminazione che si vedono in diverse città

I loro manifesti contro la discriminazione sono comparsi in diverse città, tra cui alcune località della provincia di Monza e Cremona. Ma le reazioni sono state diverse. Qualcuno ha apprezzato, mentre altri – tra quelli che non hanno capito il messaggio – sono perfino passati alle minacce.

Il cremonese Giorgio Donders e il milanese Sergio Sormani sono compagni nella vita: stanno insieme da 27 anni e da quattro mesi sono anche uniti civilmente a Vimercate. Dopo aver fatto i ristoratori, i due – che si definiscono “la prima coppia  ufficiale lui-lui sulla scena e nella vita” – hanno deciso di buttarsi in una nuova avventura, lanciando un progetto artistico chiamato #VivereDaVeri “perchè arrivi al pubblico un’idea nuova rispetto a quella  macchiettistica (e spesso lontana dalla realtà) del ‘personaggio’ ”.

Contestualmente la coppia ha avviato la campagna di sensibilizzazione on line e mediante affissioni pubblicitarie, che vuole rispondere alla campagna delle associazioni Pro Vita e Generazione Famiglia volta a “tutelare la famiglia tradizionale”. Mettendoci la faccia.

“Due uomini non fanno una madre”, si leggeva nei manifesti no gender. Un’affermazione a cui i due rispondono scrivendo “Due palle non fanno un etero”, ma anche con versioni più ironiche che recitano: “un pranzo con i parenti non fa Natale” e “entrare in chiesa non fa fede”. La reazione degli haters, soprattutto sui social, purtroppo non è tardata ad arrivare. Ma Giorgio e Sergio, persona 1 e persona 2, vanno avanti nella loro battaglia.

 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome