Val Camonica, tutti in coda per donare il midollo osseo

Buon successo per le due giornate di sensibilizzazione sul tema: prima lo spettacolo con diversi artisti, poi le tipizzazioni in ospedale

0
Lo spettacolo di sensibilizzazione a Darfo
Lo spettacolo di sensibilizzazione a Darfo
Pubblico delle grandi occasioni venerdì sera al Teatro multisala Garden di Darfo per lo spettacolo organizzato a sostegno della campagna «End Leukemia Now» per la sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo. Sul palco non soltanto gli attesissimi Dellino Farmer e Alex Rusconi, ma anche molti talenti della Valle Camonica: Cecilia Carta & Luca Ziliani, Martina Galasso, Martina Luise, Riccardo Collodoro, la scuola Shut Up and Dance, gli allievi del Cfp Zanardelli e quelli dell’Istituto comprensivo Darfo 1 ad indirizzo musicale. Nel corso della serata, organizzata da PromAzioni360 e presentata con la consueta verve da Adelino Ziliani, sono sfilate anche alcune modelle vestite con i capi di Raoul Abbigliamento.
Un successo che ha fatto da prologo alla Giornata del dono, dedicata alle tipizzazioni, che ieri all’ospedale di Esine ha fatto registrare numeri record. Sono stati 79 i prelievi eseguiti dai medici del presidio camuno, a riprova di una grande attenzione nei confronti della difficile mission dell’Admo. La compatibilità tra donatore e ricevente è infatti molto rara: in media il rapporto è soltanto di 1 a 100 mila. Grande quindi la soddisfazione per i risultati ottenuti anche quest’anno. Per capire l’importanza e la sensibilità della Valcamonica verso questo tema, basti dire che lo scorso 19 gennaio a Brescia – che raccoglie un bacino ben più ampio di potenziali donatori – le tipizzazioni sono state complessivamente 121.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome