Bassano, il consigliere Angelo Benedetti apre le danze e si candida a sindaco

Angelo Benedetti, 54 anni compiuti giusto oggi, marito, padre di tre figli, una vita spesa nella promozione e tutela della salute

0

A Bassano, in vista delle elezioni amministrative e dopo la rinuncia del sindaco uscente a correre per un terzo mandato, è proprio dalle fila della maggioranza consiliare che arriva la sorpresa. Angelo Benedetti, 54 anni, consigliere di maggioranza uscente, si candida a primo cittadino, carico del bagaglio di esperienze e competenze maturate nella propria vita professionale e nella recente esperienza amministrativa.  Una candidatura nel segno della “continuità con i punti del programma ancora da realizzare ma allo stesso tempo di grande rinnovamento”.

Angelo Benedetti, 54 anni compiuti giusto oggi, marito, padre di tre figli, una vita spesa nella promozione e tutela della salute. Una lunga carriera da infermiere in ambito ospedaliero e nell’ambito dell’ordine delle professioni infermieristiche, in qualità prima di tesoriere e poi di vicepresidente, cariche che ha dismesso nel 2017. Attualmente coordinatore presso una residenza per anziani e formatore.

Dopo una vita passata a prendermi cura delle persone, oggi voglio continuare il mio impegno dedicandomi al mio paese, con passione e spirito di servizio”, dice Benedetti.
E sullo strumento di tale sfida prova a chiarire: “La nostra sarà una lista completamente civica, costituita da Bassanesi e per i Bassanesi. Saremo autonomi, liberi dai partiti, pragmatici e orientati esclusivamente al servizio della comunità bassanese. La sfida è quella di tenere insieme persone di collaudata esperienza e capacità con altre nuove capaci di portare quell’aria fresca che serve in tutte le istituzioni”.

Benedetti assicura che presto presenterà i contenuti della sua candidatura: dalla sicurezza ai servizi sociali, dall’urbanistica alla cultura, passando per lo sport, il volontariato e l’ambiente. Il candidato sindaco vuole però precisare: “non intendo iniziare subito con la campagna elettorale, ma al contrario vorrei avviare la mia esperienza con una campagna di ascolto. Faccio appello ai miei concittadini perché contribuiscano con idee, proposte e, perché no, anche mettendoci la faccia”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome