Donne fertili o inutili, dopo la frase sessista revocate le deleghe all’assessore

Le consigliere donna hanno immediatamente abbandonato l'aula del Consiglio e in breve i rappresentanti dei vari partiti si sono dissociati dal collega

0
Castiglione delle stiviere
Castiglione delle stiviere

Tutto ha avuto inizio durante il Consiglio comunale del 7 marzo: Manlio Paganella, assessore alla cultura, promozione del territorio e scuola di Castiglione delle Stiviere in risposta ad alcune polemiche avanzate dall’opposizione avrebbe commentato: «Vedo la pratica di lanciare il sasso e nascondere la mano. Del resto come diceva Manzoni, il coraggio a chi non ce l’ha non glielo si può dare. Si nasce codardi, coraggiosi, uomini o eunuchi, donne fertili o donne inutili».

Immediata la bufera sul caso: le consigliere donna hanno immediatamente abbandonato l’aula del Consiglio e in breve i rappresentanti dei vari partiti si sono dissociati dal collega.

Oggi, dopo giorni di riflessione e un’attenta valutazione di quanto avvenuto, il sindaco di Castigilione delle Stiviere ha revocato le deleghe all’assessore Paganella.

«Ci sono limiti – scrive il sindaco Volpi in una nota – che ritengo invalicabili, per mia cultura e per mio modo di intendere la politica. Limiti che ho visto superati nel consiglio comunale del 7 marzo scorso da parte del prof. Paganella, così come li ho visti più volte superati in questi mesi da settori dell’opposizione».

Le deleghe dell’ex assessore Paganella sono ora in capo al sindaco stesso.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome