🔴🔴🔴 Presunti appalti pilotati e contributi alla parrocchia: bufera su Concesio, indagato anche il sindaco

Stefano Retali risulterebbe indagato per rifiuto d'atti d'ufficio per non aver adottato provvedimenti in merito alla gestione di rifiuti

1

E’ bufera sul Comune di Concesio, alle porte della città di Brescia. Secondo quanto riportato dall’edizione on line del Gdb, infatti, un dipendente del Comune sarebbe stato arrestato e il sindaco Stefano Retali indagato – insieme ad altri esponenti della giunta – nell’ambito dell’indagine su alcuni appalti che sarebbero stati pilotati.

Stando alle prime informazioni, il dirigente del settore tecnico sarebbe stato arrestato questa mattina. Le accuse per lui sarebbero molto pesanti: turbativa d’asta, corruzione, abuso d’ufficio e falso in atti pubblici, in relazione ad alcuni interventi effettuati sul territorio comunale senza gara.

Il primo cittadino (esponente di spicco del Pd), invece, risulterebbe indagato con ipotesi di reato scollegate e molto meno gravi: rifiuto d’atti d’ufficio per non aver adottato provvedimenti in merito alla gestione di rifiuti (il caso è quello dei contributi alla parrocchia). Anche questa accusa, peraltro, è ancora tutta da dimostrare, come quelle a carico del dirigente.

Ora si attendono nuovi sviluppi nelle indagini, condotte dai carabinieri.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome