Non sa parlare italiano, il sindaco le nega la cittadinanza

Quando si è trattato di leggere la formula di rito per il giuramento la donna non è stata in grado di farlo: ora ha sei mesi per imparare la lingua

0

E’ una storia che fa discutere quella che arriva dalla vicina provincia di Cremona. Qui, infatti, il primo cittadino del Comune di Casalmaggiore, secondo quanto riporta il quotidiano La Provincia, si sarebbe rifiutato di concedere la cittadinanza italiana a una donna di origini africane.

L’episodio è avvenuto nella giornata di ieri, quando la donna ghanese si è presentata in comune riferendo – carte del Ministero alla mano – di aver raggiunto i requisiti tecnici per diventare cittadina italiana (dieci anni di permanenza regolare). Ma quando si è trattato di leggere la formula di rito per il giuramento la donna non è stata in grado di farlo.

A quel punto il primo cittadino Filippo Bongiovanni ha fatto saltare tutto. Ora la donna ha ora sei mesi di tempo per imparare almeno le basi dell’italiano. Altrimenti la cittadinanza le verrà negata.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome