Certificati medici falsi: la ex dipendente comunale patteggia

Ha patteggiato 18 mesi con la sospensione condizionale la 49enne di Chiari, ex dipendente del comune di Villongo (Bergamo)

0

Ha patteggiato 18 mesi con la sospensione condizionale la 49enne di Chiari, ex dipendente del comune di Villongo (Bergamo), che era stata licenziata per aver presentato certificati medici falsi, che presentavano anomalie e non del tutto coerenti con le dichiarazioni dell’indagata stessa.

La donna è inoltre indagata insieme ad una collega di Tavernola per aver manomesso tramite computer gli orari di ingresso e uscita dal lavoro: secondo quanto emerso dalle indagini, che si sommano a quanto già rilevato nel caso delle certificazioni truccate, le due colleghe risultavano dai tabulati presenti anche in giorni in cui in realtà non si erano recate sul posto di lavoro.

Intanto è stato archiviato il caso che riguardava la morte del 43enne albanese investito fuori dalla biblioteca di Villongo in cui la ex dipendente comunale aveva iniziato a lavorare dopo l’inizio delle indagini. Pare che l’uomo perseguitasse la donna e che lei volesse solo fuggire.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome