Violenza sessuale, 34enne assolto dieci anni dopo le accuse

Secondo l'accusa della giovane, i due si trovavano soli nel bar della zia, quando lui avrebbe iniziato a provocarla per poi passare ai fatti

0
La sentenza
La sentenza

La formula dubitativa della sentenza, purtroppo, lascia ancora spazio ai dubbi. Ma il dato di fatto è un altro: un 48enne della Valsabbia è stato assolto dall’accusa di aver pesantemente molestato la nipote della sua convivente, allora 24enne. E da quelle accuse infamanti sono passati ben dieci anni.

La presunta violenza risale al luglio del 2008 e la denuncia della presunta vittima era scattata nel settembre 2009. Secondo l’accusa della giovane, i due si trovavano soli nel bar della zia, quando lui avrebbe iniziato a provocarla per poi passare ai fatti toccandola ovunque prima che lei riuscisse a fuggire.

L’uomo ha sempre negato ogni addebito, affermando che con la presunta vittima c’era stata una relazione di cui lei non accettava la fine e denunciando per calunnia la ragazza, che per alcuni mesi aveva vissuto con lui e la compagna. Per lui il pm aveva chiesto cinque anni di carcere.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome