I parlamentari della Lega: il Brescia deve giocare la serie A in cttà

"Anche il Governo attraverso il lavoro del Prefetto sta seguendo direttamente la problematica relativa al Rigamonti con molta attenzione”

0
Assessore alla Protezione Civile di Regione Lombardia
Simona Bordonali, Lega

“Siamo orgogliosi dei risultati del Brescia Calcio, una squadra fantastica che ha centrato una splendida promozione in Serie A dalla quale tutta la città e l’intera provincia trarranno grandi benefici. Ora però serve risolvere l’annosa questione dello Stadio Rigamonti, ancora senza soluzione”. Questo l’intervento dei parlamentari bresciani della Lega Simona Bordonali e Stefano Borghesi, che chiariscono la posizione del carroccio in merito al futuro della casa delle Rondinelle da poco promosse nella massima serie.

“Sappiamo bene – hanno proseguito i parlamentari della Lega – che la situazione è complicata e che il presidente Cellino, a cui vanno i nostri ringraziamenti per quanto fatto finora, sta cercando una soluzione affinché la vicenda si chiuda positivamente. Anche il Governo attraverso il lavoro del Prefetto sta seguendo direttamente la problematica relativa al Rigamonti con molta attenzione”.

“Vogliamo ribadire con chiarezza e con forza che la priorità per la Lega è che il Brescia Calcio giochi l’intero campionato di serie A nella nostra città e faremo tutto il possibile a tutti i livelli affinché si raggiunga questo obiettivo. Dobbiamo fare in modo – concludono Bordonali e Borghesi – che i bresciani possano godersi la Serie A nella loro città”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome